Sean Quinn firma con EF Education-Nippo

 Abbigliamento Ciclismo EF Education-Nippo ha annunciato la firma del talentuoso giovane americano Sean Quinn per il 2022. Il 21enne corre con Hagens Berman Axeon dal 2019 e ha fatto un periodo con Deceuninck-Quickstep come stagista l’anno scorso.

Si unirà a un altro nuovo acquisto, il 22enne Marijn van den Berg ( Abbigliamento Ciclismo Groupama-FDJ Continental Team), come nuovo arrivato nel team WorldTour la prossima stagione.

Quinn ha iniziato a gareggiare all’età di 10 anni, salendo tra i ranghi junior con il team di sviluppo junior Lux guidato dalla medaglia olimpica del 1984 Roy Knickman. Quinn ha eccelso nelle corse a tappe, vincendo il Tour of the Gila come dilettante nel 2017 e chiudendo tra i primi 10 nel Giro U23 nel 2019.

Dopo che la stagione 2020 è stata interrotta dalla pandemia di COVID-19, Quinn è uscito forte nel 2021, vincendo la Classica da Arrabida – Cyclin’Portugal (UCI 1.2) a maggio e finendo la Volta ao Algarve come miglior giovane ciclista al 14° posto.

“È uno scalatore”, ha detto il CEO del team Jonathan Vaughters, aggiungendo: “È un grande scalatore. Non è un ometto minuscolo, ma quelli sono il tipo di ragazzi che desideri perché uno scalatore leggermente più grande tende ad essere un po’ più versatile in diversi tipi di terreno su cui puoi giocare, quindi vedremo dove si adatta.

“Lo vedo molto come un futuro corridore del Tour de France. È un ragazzo più grande e più forte che può gestire le alte velocità in pianura e poi può anche scalare, cosa di cui hai bisogno per il Tour de France”.

Un fan di vecchia data che proviene da una famiglia immersa nel ciclismo professionistico, Quinn non vede l’ora di imparare dai suoi nuovi compagni di squadra. “E ‘bello venire nella squadra per cui ho tifato di più durante la crescita. È sempre stato un sogno nella mia testa andare a EF sin da quando ero più giovane”, ha detto Quinn.

“Mi piace ascoltare ragazzi con molta più esperienza di me. Nel team ci sono molti piloti veterani e sarà davvero bello correre con loro e imparare da lì. Non vedo l’ora di avere brave persone con un sacco di buoni consigli. Sono sicuro che imparerò ancora alcune cose nel modo più duro, ma questa è la vita”.

Van den Berg, vincitore di due tappe e della classifica a punti al Tour de l’Avenir 2021, rafforza la squadra sprint della squadra.

“È un velocista, ma in realtà è un velocista molto forte”, ha detto Vaughters. “E’ davvero bravo nelle crono a squadre – la sua squadra ha vinto la cronometro a squadre al Tour de l’Avenir – e scala molto bene. Non si limita ad essere solo un velocista, quindi si inserisce in quel modello di vittorie in un -sequitur way Può vincere lo sprint fuori dalla fuga, può vincere lo sprint su un gruppo di 40 o 50 che viene selezionato in una giornata di media montagna.

“Questo è molto più attraente per me di un velocista puro. Soprattutto con il modo in cui si muove il ciclismo, che è sempre più che i percorsi stanno diventando sempre più collinari e difficili e i promotori della gara stanno aumentando il numero di metri verticali saliti in ogni gara, penso è il nuovo tipo di velocista che cerchiamo in questa squadra, produttivo anche quando la gara è dura tutto il giorno”.

Van den Berg ha fatto il grande passo in questa stagione, passando dal comfort della squadra continentale olandese Metec-TKH alla Francia per correre con il team di sviluppo di Groupama-FDJ, e ha detto che ha pagato.

“Quest’anno ho fatto un grande passo trasferendomi in Francia. È stato abbastanza grande per me. Mi ha aiutato a crescere dovendo vivere da solo, cucinare per me stesso, fare tutto per me stesso. Penso che sia una buona cosa”, Van den ha detto Berg.

Ha iniziato la stagione con una vittoria al GP Adria Mobil, ha vinto la tappa di apertura dell’Alpes Isère Tour e ha condotto per tre tappe, ha vinto l’Orlen Nations GP e dopo il successo del Tour de l’Avenir è arrivato terzo nella Parigi U23 -Tour.

“Penso che questo sia il momento giusto per me per fare il passo verso i professionisti e non proprio prima. Ora sono un po’ più maturo, non solo nelle gare ma anche personalmente. Sono pronto per il WorldTour,” Egli ha detto.

“Spero di diventare più forte come ho fatto ogni anno. Ogni anno ho fatto un passo e sono migliorato un po’, quindi se riesco a fare un altro passo l’anno prossimo, spero che questo mi porti al giusto livello per il Giro del Mondo.

“Non mi aspetto di vincere una tappa in ogni gara che faccio. Posso essere felice se avrò qualche buon risultato come una top ten o una top five da qualche parte. Sono davvero curioso di sapere dove mi trovo nel WorldTour plotone.”

EF Education-Nippo ha anche annunciato il rinnovo del 22enne corridore tedesco Jonas Rutsch, che quest’anno ha gareggiato nel suo primo Tour de France con la squadra.

Un altro corridore alto in grado di scalare, Rutsch ha impressionato Vaughters con la sua prestazione al Tour e alla Parigi-Roubaix, dove ha concluso 11° in una delle edizioni più dure mai registrate.

“Questo ragazzo potrebbe essere un futuro vincitore della Parigi-Roubaix e quest’anno abbiamo visto spuntare quel potenziale”, ha detto Vaughters. “Potrebbe sicuramente essere nel suo futuro, non ho dubbi nella mia mente.”